giovedì 17 dicembre 2015

U.S. Legnanese insignita del Collare d'Oro del CONI

L' Unione Sportiva Legnanese è stata insignita del Collare d'oro, la più alta benemerenza attribuita dal CONI a una società sportiva. Nella lunga serie di date memorabili, il 15 dicembre 2015 entrerà quindi di diritto negli annali della storia della "Sportiva".
 
 

"In questo momento - il primo commento di Roberto Damiani, - il pensiero corre a tutti coloro che in questi 100 e più anni di storia hanno lavorato, faticato, promosso il ciclismo a casa nostra e in particolare quello della nostra società. Pino Cozzi il presidentissimo, anzitutto, ma anche tutti gli altri presidenti, consiglieri, collaboratori, tecnici, corridori e sostenitori. Una passione che oggi trova un giusto coronamento. L'emozione è grande, immensa ed è giusto che a ritirare il premio ci sia con noi Pino Pagani, dirigente che rappresenta la continuità di un società sempre viva, attiva, vivace nelle sue espressioni agonistiche, aggregative, organizzative"...
 http://www.legnanonews.com_


Il presidente del CONI, Giovanni Malagò e il presidente del Consiglio dei Ministri, Matteo Renzi hanno consegnato l' onorificenza anche ad altri 24 atleti che si sono distinti in campo olimpico e non, tra i quali spicca il nome di Fabio Aru, vincitore della Vuelta 2015.

 
Senza dimenticare la pubblicazione del libro
 
 
Il libro dei 100 anni di storia  della società rossonera sarà disponibile per tutti i soci, vecchi e nuovi, nella nuova  sede di via Marzio Quadrio 22, Si ricorda che il libro non è direttamente in commercio e coloro che ne vorranno entrare in possesso potranno farlo divenendo soci dell’U.S. Legnanese al costo della tessera d'iscrizione.
 
Il libro, redatto da Roberto Alfano con la collaborazione di Pierino Cavalleri, Pino Pagani, Jacopo Bogo e per la parte fotografica di Roberto Brugnoni, porta nelle prime pagine il saluto del sindaco Alberto Centinaio, del presidente del CONI Giovanni Malagò e del presidente della Legnanese Roberto Damiani, colui che più d’ogni altro ha voluto la stampa di questa pubblicazione,  oltre che le introduzioni di due grandi campioni del passato, Felice Gimondi ed Eddy Merckx.
 
PS. e il 70° del GS: Solbiatese si avvicina...

il Museo Storico del Ciclismo bustese.

Riapre sabato 19 dicembre alle 11.00, nella nuova collocazione della sala del Ricamo del Museo del Tessile e in una versione ampliata, il Museo Storico del Ciclismo bustese.
 
 
 
Si tratta di un’esposizione permanente che raccoglie cimeli e testimonianze della storia del ciclismo locale e non, un viaggio nel tempo tra labari, coppe, trofei, targhe, quadri, locandine, libri, riviste e opuscoli d’epoca, fotografie generosamente donati alla Città da Luigi Celora, ex segretario della storica società ciclistica “Tre Farioli
 
 
 
 
 
Il museo sarà aperto tutti i sabati dalle 15 alle 17.
Le scuole, le associazioni e i gruppi che volessero prenotare una visita possono chiamare l’ufficio Sport del Comune di Busto Arsizio al numero 0331.390357.
 
 
Ad arricchire l’esposizione, curata anche da Cinzia Ghisellini, alcune biciclette d’epoca messe a disposizione da Giampiero Reguzzoni, noto collezionista bustocco. In occasione dell’apertura saranno esposte quattro biciclette, due Bianchi (del 1932 e del 1949), una Maino del 1926 e una Legnano del 1936. Non mancherà una rarità, una moto-bicicletta da bambini degli anni ’50...
 

LA NUMERO UNO - DARK ROAD 2017

Ritorna la Mitica, unica e inimitabile: " LA NUMERO UNO - DARK ROAD ", t argata @G.S.Solbiatese Il percorso della più am...